El muzicalizador: Felix Picherna

17 11 2007

Quando un anno e mezzo fa mi recai ad Atrium a Torino per le lezioni di avvicinamento al tango, la mia attenzione fu subito attratta dalla musica e da quel signore che stava seduto dietro la consolle.. “Ehi, ma non mette i CD… mette le cassette…” 😯 “… e quanto parla… chissà cosa sta dicendo?… “. E’ stato proprio un modo emozionante per ascoltare i miei primi tangos!!! L’ho sentito ancora la scorsa primavera alla serata di gala del Torino Tango Festival e le emozioni si sono rinnovate ed accresciute. Che personaggio!!!

“Un uomo solo e minuto sul palco. Al centro del palco in realtà, ma all’apparenza ritirato, forse dal vento freddo che punisce la serata primaverile. Giacca blue, camicia bianca, pantaloni bianchi, fazzolettino giallo e blue al taschino e la brillantina sui capelli canuti. È Felix Picherna e di professione fa il “musicalizador”. E quando gli chiedi cosa significhi, ti dice semplicemente che lui è da una vita che fa il dj. Il dj del tango. Eppure quell’uomo che fa sgorgare musica dalle sue cassette registrate e dai più rari e moderni cd (gira con 200 delle prime e con solo una cinquantina dei secondi) è forse il maggiore conoscitore di tango dei nostri giorni. Che ha conosciuto Troilo e Pugliese, Calò, Firpo e Charlo. E naturalmente Astor Piazzolla (“il suo non è tango, è musica del porto di Baires che arriva quasi all’altezza di un Ciaikowkij, di un Verdi”). E sta lì, nel freddo, quasi rannicchiato. E la folla lo guarda incantata e lui, alla sera, porterà i suoi 77 anni all’ostello della gioventù di Trento. “Muy limpio”, dirà, molto pulito e confortevole. Nella serata calda di malinconia, dedicata all’Argentina…” (Renzo M. Grosselli per QuestAltroMondo)

 

Ed eccovi la traduzione di un’intervista fatta da Irene Amuchastegui per clarin.com alla sua partenza per l’Europa… 8 anni fa!!!

I.A.: Il Primo Festival di Tango a Valencia sarà il suo primo lavoro all’estero?

F.P.: Il primo, dopo 40 anni di professione, considerando che mossi i primi passi come disk jockey nel 1958, nel Club Viento Norte di Villa Urquiza. Ero un ragazzo, ed ora sto per compiere 63 anni. La mia vita è trascorsa tra i tangos.

Con uno stile tanto solenne e ostentato quanto insolito al momento di parlare al microfono pronuncia cose allucinanti come: “Si avvicina la Filarmónica di don Osvaldo Pugliese!!”, invitando le coppie in pista, Félix Picherna è il dj star del settore più tradizionale delle milongas di Buenos Aires. Il Salone Pavadita, il Club Almagro, il Sunderland, la Confitería Ideal, lo hanno avuto come musicalizador. Saloni di tango di Francia, Germania e Cina pagano per le sue selezioni ballabili.

I.A.: A luglio girerà per la prima volta in Europa, collocandosi nella cabina del Primo Festival Internazionale di Tango a Valencia a fare ciò che sa: accendere con la sua discoteca la miccia del ballo. Quale sarebbe oggi la top-ten tanguera?

F.P.: In questo momento è molto richiesta, soprattutto dalle donne, l’orchestra di Ricardo Tanturi con la voce di Enrique Campos, che ha una delicatezza molto speciale. Gli uomini richiedono molto i due estremi: D’Arienzo y Osvaldo Pugliese.

I.A.: E la sua preferenza personale?

F.P.: Per ballare non c’è nulla come la sinfonica di Carlos Di Sarli, la via di mezzo. Ha questa campanella che è il suo piano e dei violini magistrali: emoziona ed eleva la condizione umana. E’ chiare che Pugliese, che non abbandona mai la linea tanguera, arriva alivelli incomparabili. Pugliese è Wagner. Ballare Pugliese è molto difficile. Oggi, nel ballo, si vedono due stili creati negli anni ’40. Il milonguero del centro-città, dal passo corto, balla su D’Arienzo, De Angelis, Tanturi, Biagi. Il ballerino fedele allo stile milonguero del barrio, dal passo più lungo, va in pista su Di Sarli e Pugliese, o anche su Troilo.

I.A.: Al di là di questa grande divisione, vede un cambiamento nella forma del ballo?

F.P.: Sono meravigliato, devo dirlo, di come balla la gioventù oggi. In media si balla molto meglio che in passato. E come ci si adatta ad uno stile o ad un altro: ballano milonguero, ballano da salón. Questa gioventù è un’élite.

II.A.: l disc jockey è un prodotto dell’estinzione delle grandi orchestre tipiche?

imageF.P.: Esatto, nel barrio si è sempre ballato con registrazioni. Però è certo che oggi il disc jockey è il cuore della milonga, grazie ai tesori che ci hanno tramandato i musicisti degli anni ’40. E ci sono grandi dj giovani, come il ragazzo Horacio Godoy.

I.A.: Che brani ha nella sua discoteca?

F.P.: Quello che vedo nella mia discoteca lo vedo anche nella mia testa. Perdoni l’immodestia, ma nella mia mente conservo quattro mila registrazioni: tralasciando le ottocento di Carlos Gardel, ricordo per lo meno tre mila tangos ballabili. Ne sono sicuro.

I.A.: E come li distribuisce?

F.P.: Conosco i gusti dei ballerini, ascolto le richieste ed aggiungo qualche rarità. In una sequenza classica, oltre al tango, la milonga ed il vals, in tre o quattro ore di ballo si inserisce un boogie-boogie, un rock & roll ed un jazz americano, ad esempio Benny Goodman.

I.A.: Chi mette la musica non balla mai?

F.P.: Io ballo. Però mi impongo come condotta di non ballare mentre sono presenti i proprietari in sala, perchè mi sembra una mancanza di considerazione verso le persone che mi pagano per lavorare o per offrire la mia piccola arte per il ballo, da che mi accade questo ballando. A volte devo ballare con qualche straniera che me lo chiede. Soprattutto tedesche, che apprezzano le persone di color morocho.

I.A.: La sua carriera l’ha trasformata in un dj quotato?

F.P.: Sotto il profilo materiale, diciamo che me la cavo. Mi è andata sembpre bene nella mia vita: non ho mai smesso di lavorare. Ma sono stato un po’ avventato. Non ho mai toccato il fondo, tant’è vero che non conosco alcun commissariato. Ma fino ad oggi, nonostante abbia guadagnato molto bene, vivo alla giornata, perchè mi piace avere qualche novità ogni tanto, bere una bottiglia di buon vino al mese e giocarmi qualche denaro. Questo sì, ma non commetto mai alcuna esagerazione: nè nel bere, nè nella cocaina, nè nella vita amorosa. Cerco di essere misurato. Nella mia professione vado a dormire tardi, cioè verso le cinque e mezzo di mattina.


Azioni

Informazione

9 responses

17 11 2007
cafecaribe

Semplicemente un genio, travestito da persona normale. La sua musica è semplicemente incredibile, ha un gusto speciale; si vede che è una passione sconfinata da come parla!
Alla prossima, Maestro!

22 11 2007
Javier Rodriguez y Geraldine Rojas « Daikil Tango

[…] Rodriguez y Geraldine Rojas 22 11 2007 Presentati nel suo inconfondibile stile dal grande Felix Picherna, riecco questi due splendidi ballerini esibirsi qualche anno fa  a Bologna sulla milonga Flor de […]

14 01 2008
Tanguear - Eventi, serate e notizie sul Tango Argentino » Blog Archive » Javier Rodriguez y Geraldine Rojas

[…] nel suo inconfondibile stile dal grande Felix Picherna, riecco questi due splendidi ballerini esibirsi qualche anno fa  a Bologna sulla milonga Flor de […]

27 03 2008
Tanguear - Eventi, serate e notizie sul Tango Argentino » Blog Archive » Video-diario dell’ 8° Torino Tango Festival - Baile de Gala

[…] prime quattro esibizioni, oltre alla presentazione della stupenda Marcela Guevara e del grandissimo Felix Picherna; a breve le altre in questo stesso post (non appena abbiamo il tempo di metterle su…). Eccovi […]

28 05 2011
Alessio e Stefania

Speriamo di poterlo avere a musicalizzare a: “La Paz” la prima milonga del Grand Hotel il 6 luglio 2011 a Montecatini Terme… speriamoooo!!!

30 05 2011
Alessio e Stefania

Come possiamo fare per entrare in contatto con Felix? Lo vorremmo per una milonga a Montecatini Terme… se qualcuno può farci entrare in contatto, ne saremmo grati…ssimi!!! Grazie!

8 12 2012
GFI Norte

Your site seems to be having some compatibilty issues in my opera browser.
The content seems to be running off the webpage pretty bad.
If you want you can contact me at: therese-hickman@web.
de and I will shoot you over a screen grab of the problem.

8 05 2013
http://www.artikelweb.de/

I do not even know how I ended up here, but
I thought this post was great. I don’t know who you are but definitely you’re going to a famous blogger
if you are not already 😉 Cheers!

26 08 2013
apuestas deportivas

Very rapidly this website will be famous amid all blog people, due to it’s good posts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: