“Chicho” Mariano Frumboli Y Juana Sepùlveda

31 10 2007

Qui in un’esibizione alla Confiteria Ideal di Buenos Aires sulle note di Germaine di Carlos Di Sarli: lei non l’ho mai vista dal vivo, mentre Frumboli, che ho avuto modo di vedere dal vivo la scorsa primavera, mi impressiona sempre di più per il suo modo di ballare sulla musica e di interpretarne ogni piccola variazione.

Saranno presenti durante la tango-crociera organizzata da Marcela Guevara e Stefano Giudice per fine novembre

Annunci




“Chicho” Mariano Frumboli Y Juana Sepùlveda

31 10 2007

Qui in un’esibizione alla Confiteria Ideal di Buenos Aires sulle note di Germaine di Carlos Di Sarli: lei non l’ho mai vista dal vivo, mentre Frumboli, che ho avuto modo di vedere dal vivo la scorsa primavera, mi impressiona sempre di più per il suo modo di ballare sulla musica e di interpretarne ogni piccola variazione.

Saranno presenti durante la tango-crociera organizzata da Marcela Guevara e Stefano Giudice per fine novembre (maggiori dettagli si trovano nella sezione Eventi e Serate).





En Tus Brazos

30 10 2007

Voglio segnalarvi questo corto francese, non solo per la sua bellezza e qualità, ma anche per la ricerca storica, musicale ed artistica che sta dietro a questo splendido progetto. Oltre ai costumi ed alla fotografia utilizzati, particolare attenzione è stata posta alla qualità dei movimenti di ballo: i ballerini utilizzati come modelli per questa ricerca sono stati Sebastián Misse e Andrea Reyero.

Ed eccovi la traduzione di un’intervista fatta ai tre studenti-animatori autori del lavoro e tratta dal sito AnimWatch

Intervista con François-Xavier Goby

Di Pablo Hadis

“Quiero mirar hacia Dios,
aunque me muerda el dolor,
aunque me cueste morir”

“Voglio guardare dritto a Dio,
Anche se sono dilaniato dal dolore,
Anche se ciò mi costa la vita.”

En Tus Brazos, Musica: Carlos Zárate, Testo: Marvil (Elizardo Martínez Vilas)

L’altro brano presente nel film è El Huracán, Musica: Edgardo Donato and Osvaldo Donato, Testo: Manuel “Nolo” López

Leggi il seguito di questo post »





Carlos Gardel – Madame, C’Est Vous

27 10 2007

Vi ripropongo la canzone francese Madame, C’Est Vous cantata da Carlos Gradel. Tra il 1928 ed il 1932 Gardel fu più volte in Francia, Italia, Spagna e Germania. Non è un tango, ma sentire Gardel fare lo chansonnier è sempre un bel sentire 🙂

Get this widget | Track details | eSnips Social DNA

Madame, C’Est Vous

Dans tous les pays,
mes yeux éblouis
ont vu par bonheur
mille fleurs;
Mesdames, pour moi,
aucune, je crois,
n’a votre beauté
que je veux chanter.

Qui sait nous charmer mieux qu’une fleur?
Mesdames: c’est vous.
Qui donc des beaux grands lys a les splendeurs?
Mesdames: c’est vous.
Mieux que la rose exhalant sa douceur,
la volupté, c’est le voeu de vos coeurs.
Oui, la fleur qui nous rend fous, honteux, jaloux,
Mesdames: c’est vous.

Vos féminités
et vos fragilités
peuvent s’égaler,
nous troubler;
mais quand le jardin
s’anime soudain,
on confond, rêveur,
la femme et la fleur.





Carlos Gardel – Madame, C’Est Vous

27 10 2007

Immagini tratte dal documentario di Jean Vigo À propos de Nice (1930) che ripropongono la canzone francese Madame, C’Est Vous cantata da Carlos Gradel. Tra il 1928 ed il 1932 Gardel fu più volte in Francia, Italia, Spagna e Germania. Non è un tango, ma sentire Gardel fare lo chansonnier è sempre un bel sentire 🙂

Madame, C’Est Vous

Dans tous les pays,
mes yeux éblouis
ont vu par bonheur
mille fleurs;
Mesdames, pour moi,
aucune, je crois,
n’a votre beauté
que je veux chanter.

Qui sait nous charmer mieux qu’une fleur?
Mesdames: c’est vous.
Qui donc des beaux grands lys a les splendeurs?
Mesdames: c’est vous.
Mieux que la rose exhalant sa douceur,
la volupté, c’est le voeu de vos coeurs.
Oui, la fleur qui nous rend fous, honteux, jaloux,
Mesdames: c’est vous.

Vos féminités
et vos fragilités
peuvent s’égaler,
nous troubler;
mais quand le jardin
s’anime soudain,
on confond, rêveur,
la femme et la fleur.





Federico Moreno Rodriguez a Torino

26 10 2007

Federico MorenoQuesto week end Fedrico Moreno lo troveremo in diversi luoghi: questa sera 26 ottobre sarà ospite alla Maison Musique, il 27-28 ottobre sarà protagonista di alcuni stages organizzati dall’Associazione Compagnia 3001 (info luoghi ed orari presso Dorella Gigliotti 347 8730696), e sempre il 28 ottobre, dopo gli stages, sarà ospite di una serata speciale all’ARCA che avrà un orario prolungato dalle 18.30 alle 1.30.

(presentazione tratta dal sito Isla De Tango)

Federico Rodriguez Moreno è unanimanente riconosciuto per la sensibilità, per il rigore e il suo senso didattico. Egli propone un lavoro tecnico sulle strutture di base, un approfondimento delle nozioni di guida  e di ascolto, attento alla postura per poter sviluppare in seguito un lavoro sull’improvvisazione e lo spazio.

Argentino di nascita, vive e lavora a Parigi assieme alla moglie, Catherine Berbessou, affermata ballerina e coreografa. Dal loro incontro nasce lo spettacolo A fuego lento (1996) fusione di danza contemporanea e tango, che ha riscosso un vasto successo.

da Editango, n.4 Dicembre 2003 uno spezzone dell’intervista a Federico Moreno di Simonetta Verdi

“Tu sei famoso per la tua tecnica, che si rispecchia nella tua grande morbidezza. Su cosa si basa il tuo modo di danzare? Leggi il seguito di questo post »





Al Di Meola – Libertango (2004)

25 10 2007

Un video live registrato allo Scara di Ludwigsburg (Germania) il 17 maggio 2004. E qui la contaminazione regna sovrana… e mi piace sempre di più.

DVD One Of This Nights tratto da questo DVD. Ecco la band:

Al Di Meola (Chitarre e Synths)
Gumbi Ortiz (Percussioni)
Mario Parmisano (Piano Acustico & Synths)
Ernie Adams (Batteria)
   Sturcz Strings Quartet (Sezione Archi)
      Andras Sturcz (Violoncello)
      Gyula Benko (Viola)
      Gabor Csonka (Primo Violino)
      Victor Uhzik (Secondo Violino)